Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Installare Joomla con Apache su Debian 9

Installazione di Joomla con Apache su Debian 9 (Stretch)

Joomla è una delle piattaforme di gestione dei contenuti open source (CMS) più popolari e ampiamente supportate al mondo che può essere utilizzata per creare, organizzare, gestire e pubblicare contenuti per siti Web, blog, Intranet e applicazioni mobile. È scritto in PHP, utilizza tecniche di programmazione orientate agli oggetti e memorizza i dati in MySQL o PostgreSQL. Joomla è dotato di oltre 10.000 componenti aggiuntivi per personalizzare la sua funzionalità. Joomla è open source: chiunque può installare Joomla e personalizzarlo secondo le proprie esigenze. Oltre il 3% dei siti Web sono creati con Joomla.

[slideshow_deploy id=’367′]

Qui, impareremo come installare e configurare Joomla su Debian 9.

Requisiti

Un server che esegua Debian 9.
Un indirizzo IP statico 192.168.0.145 sul tuo server
Un utente non root con privilegi sudo impostati sul server

Step1: Introduzione

Prima di iniziare, è necessario aggiornare il sistema con l’ultima versione stabile. Puoi farlo eseguendo il seguente comando:

sudo apt-get update -y
sudo apt-get upgrade -y

Una volta che il tuo sistema è aggiornato, riavvia il sistema e accedi con sudo user.

Step2: Installazione di Apache

Per installare Joomla è necessario il server Web Apache. puoi installare Apache con il seguente comando:

sudo apt-get install apache2 libapache2-mod-php7.0 -y

Una volta installato Apache, avviare il servizio Apache e abilitarlo all’avvio con il seguente comando:

sudo systemctl start apache2
sudo systemctl enable apache2

Step3: Installazione di PHP7

Per impostazione predefinita, PHP7 è disponibile nel repository Debian 9, quindi puoi installare facilmente PHP7 con tutte le librerie richieste con il seguente comando:

sudo apt-get install php7.0 php7.0-cli php7.0-mcrypt php7.0-intl php7.0-mysql php7.0-curl php7.0-gd php7.0-soap php7.0-xml php7.0-zip php7.0-readline php7.0-opcache php7.0-json php7.0-gd -y

Una volta completata l’installazione, sarà necessario apportare alcune modifiche al file php.ini. Puoi farlo con il seguente comando:

sudo nano /etc/php/7.0/apache2/php.ini

Apporta le seguenti modifiche:

memory_limit = 256M
upload_max_filesize = 32M
post_max_size = 32M
date.timezone = Asia/Kolkata

Salva e chiudi il file una volta terminato, quindi puoi procedere all’installazione e configurazione del server Database.

Step4: Installazione e configurazione di MariaDB

Qui, useremo MariaDB database. È possibile installare MariaDB con il seguente comando:

sudo apt-get install mariadb-server -y

Dopo aver installato MariaDB, avviare il servizio MariaDB e attivarlo all’avvio con il seguente comando:

sudo systemctl start mysql
sudo systemctl enable mysql

Di default l’installazione di MariaDB non è protetta, quindi dovrai prima farlo. Puoi proteggerlo eseguendo lo script mysql_secure_installation come mostrato di seguito:

sudo mysql_secure_installation

Rispondi a tutte le domande come mostrato di seguito:


NOTE: RUNNING ALL PARTS OF THIS SCRIPT IS RECOMMENDED FOR ALL MariaDB
SERVERS IN PRODUCTION USE! PLEASE READ EACH STEP CAREFULLY!

In order to log into MariaDB to secure it, we’ll need the current
password for the root user. If you’ve just installed MariaDB, and
you haven’t set the root password yet, the password will be blank,
so you should just press enter here.

Enter current password for root (enter for none):
OK, successfully used password, moving on…

Setting the root password ensures that nobody can log into the MariaDB
root user without the proper authorisation.

You already have a root password set, so you can safely answer ‘n’.

Change the root password? [Y/n] n
… skipping.

By default, a MariaDB installation has an anonymous user, allowing anyone
to log into MariaDB without having to have a user account created for
them. This is intended only for testing, and to make the installation
go a bit smoother. You should remove them before moving into a
production environment.

Remove anonymous users? [Y/n] Y
… Success!

Normally, root should only be allowed to connect from ‘localhost’. This
ensures that someone cannot guess at the root password from the network.

Disallow root login remotely? [Y/n] Y
… Success!

By default, MariaDB comes with a database named ‘test’ that anyone can
access. This is also intended only for testing, and should be removed
before moving into a production environment.

Remove test database and access to it? [Y/n] Y
– Dropping test database…
… Success!
– Removing privileges on test database…
… Success!

Reloading the privilege tables will ensure that all changes made so far
will take effect immediately.

Reload privilege tables now? [Y/n] Y
… Success!

Cleaning up…

All done! If you’ve completed all of the above steps, your MariaDB
installation should now be secure.

Thanks for using MariaDB!


Una volta che MariaDB è protetto, sarà necessario creare un database per Joomla.

[slideshow_deploy id=’367′]

Innanzitutto, accedi alla shell MariaDB con il seguente comando:

mysql -u root -p

Immettere la password di root, quando richiesto, quindi creare un database per Joomla con il seguente comando:

MariaDB [(none)]> CREATE DATABASE joomla_db;

Quindi, crea un utente per Joomla e imposta una password con il seguente comando:

MariaDB [(none)]> CREATE USER joomla@localhost;
MariaDB [(none)]> SET PASSWORD FOR 'joomla'@'localhost' = PASSWORD("password");

Successivamente, dovrai concedere i privilegi a joomla_db con il seguente comando:

MariaDB [(none)]> GRANT ALL PRIVILEGES ON joomla_db.* TO 'joomla'@'localhost' IDENTIFIED BY 'password' WITH GRANT OPTION;

Dopo, elimina i privilegi con il seguente comando:

MariaDB [(none)]> FLUSH PRIVILEGES;

Infine, esci dalla shell di MariaDB con il comando:

MariaDB [(none)]> exit;

Una volta che hai finito, puoi procedere al prossimo step.

Step5: Installazione di Joomla

Apache, PHP e MariaDB sono installati e configurati. Ora è il momento di installare Joomla. Per installare Joomla, dovrai scaricare l’ultima versione di Joomla. Puoi scaricarlo dal repository Git con il seguente comando:

wget https://github.com/joomla/joomla-cms/releases/download/3.7.3-rc1/Joomla_3.7.3-rc1-Release_Candidate-Full_Package.tar.gz

Una volta scaricato Joomla, estrai l’archivio scaricato nella directory root web di Apache con il seguente comando:

sudo mkdir /var/www/html/joomla
 sudo tar -xvzf Joomla_3.7.3-rc1-Release_Candidate-Full_Package.tar.gz -C /var/www/html/joomla

Quindi, modifica la proprietà della directory di joomla e autorizzarla con il seguente comando:

sudo chown -R www-data:www-data /var/www/html/joomla
 sudo chmod -R 777 /var/www/html/joomla

Successivamente, sarà necessario creare un file di virtualhost Apache per Joomla. Puoi farlo creando il file joomla.conf all’interno della directory /etc/apache2/sites-available/ :

sudo nano /etc/apache2/sites-available/joomla.conf

Aggiungi le seguenti linee:


VirtualHost *:80>
ServerAdmin admin@yourdomain.com
DirectoryIndex index.php
DocumentRoot /var/www/html/joomla
ServerName 192.168.0.145
ServerAlias www.yourdomain.com
<Directory /var/www/html/joomla>
Options FollowSymLinks
AllowOverride All
Order allow,deny
allow from all
</Directory>
ErrorLog /var/log/apache2/joomla-error_log
CustomLog /var/log/apache2/joomla-access_log common
</VirtualHost>


Salva e chiudi il file quando hai finito.

Successivamente, sarà necessario disabilitare il file di virtualhost predefinito e abilitare il file di virtualhost di Joomla. Puoi farlo con il seguente comando:

sudo a2dissite 000-default
sudo a2ensite joomla

Infine, ricarica il servizio Apache per applicare queste modifiche con il seguente comando:

sudo systemctl restart apache2

6 Accesso a Joomla

Prima di accedere all’interfaccia Web di Joomla, è necessario consentire il servizio HTTP tramite il firewall UFW.

Di default UFW è disabilitato sul tuo sistema, quindi devi prima abilitarlo. Puoi abilitarlo con il seguente comando:

sudo ufw enable

Una volta attivato il firewall UFW,

[slideshow_deploy id=’367′]

è possibile consentire il servizio HTTP eseguendo il comando:

sudo ufw allow http

Ora puoi controllare lo stato del firewall UFW eseguendo il comando:

sudo ufw status

Quindi, apri il browser web e digita l’URL http://192.168.0.145 o http://nomedominio.it, dovresti vedere la seguente pagina:

Qui, inserisci tutti i dettagli come Nome sito, Email amministratore, Nome utente amministratore e Password, quindi fai clic sul pulsante Avanti:

Qui, compilare tutti i dettagli del database come, Nome host, Nome utente database, Password, Nome database e Prefisso tabella, quindi fare clic sul pulsante Avanti:

Qui, conferma tutte le impostazioni e fai clic sul pulsante Installa. Una volta installato correttamente Joomla dovresti vedere questa pagina:

Ora, fai clic sul pulsante Amministratore, dovresti vedere la pagina di login di Joomla:

Inserisci le credenziali di amministratore e fai clic sul pulsante Accedi, dovresti vedere il pannello di controllo di Joomla:

Thanks!

 

 

 

 

 

 

Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp