Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

iRedMail: Full-Featured Mail Server con LDAP, RoundCube e Postfix, Dovecot, ClamAV, DKIM, SPF su CentOS 5. x

iRedMail è uno script di shell che consente di distribuire rapidamente una soluzione di posta elettronica completo in meno di 2 minuti su CentOS 5. x e Debian (Lenny) 5.0.1 (supporta sia i386 e x86_64). Il suo oggetto è di rendere un server di posta Linux installazione e configurazione semplice e facile da usare. iRedMail supporta sia OpenLDAP e MySQL come backend per la memorizzazione di utenti e domini virtuali. In questa esercitazione viene illustrato come utilizzare l’OpenLDAP come backend.

I componenti del server di posta elettronica: http://code.google.com/p/iredmail/wiki/Main_Components

Il forum di discussione: http://www.iredmail.org/forum/

Ora la versione più recente di inizio iredmail per supportare Debian (Lenny) 5.0.1,you può controllare la Guida di installazione http://code.google.com/p/iredmail/wiki/Installation_on_Debian

.

 

Nota preliminare

In questo tutorial io uso:

Nome host Server1
Suffisso LDAP: dc = example, dc = com
OpenLDAP admin account: cn = manager, dc = esempio, dc = com
Dominio di posta: example.com
Percorso di consegna (cassette postali) di posta elettronica: /home/vmail/domains

Queste impostazioni potrebbero differire per te, quindi devi sostituirli ove opportuno.

 

Requisiti

Installare CentOS 5. x, vi suggerisco di utilizzare l’installazione minima, assicurarsi di non installare Apache, PHP e MySQL. È possibile rimuoverli con yum se sono installati.

Yum è funzionante, perché l’installazione è necessario utilizzare pacchetti sorgente CentOS.

Impostazione di record DNS MX non è un problema.

 

Installazione

Scarica lo script iRedMail:

wget http://iredmail.googlecode.com/files/iRedMail-0.7.1.tar.bz2
tar xjf iRedMail-0.7.1.tar.bz2 

 

Eseguire lo script per l’installazione:

cd iRedMail-0.7.1
sh iRedMail.sh 

Pagina di benvenuto:

Percorso di consegna (cassette postali) di posta, tutte le email devono essere conservate in questa directory.

iRedMail supporta OpenLDAP e MySQL come backend per memorizzare gli utenti e domini virtuali. OpenLDAP è selezionata.

Suffisso LDAP, normalmente è il nome di dominio:

Impostare una password per l’amministratore del server LDAP. Account admin è definito in /etc/openldap/slapd.conf, normalmente ha: cn = Manager, dc = example, dc = com

Impostare una password per la password dell’amministratore del dominio virtuale di LDAP. cn = vmailadmin, dc = example, dc = com viene utilizzato per gestire tutti i domini e gli utenti virtuali.

Aggiungere il primo dominio virtuale:

Account di amministratore di dominio virtuale per il primo dominio virtuale. Impostazione predefinita è ‘postmaster’.

Impostare una password per l’amministratore del dominio virtuale.

Aggiungere il primo utente normale per il nostro dominio virtuale. ad esempio: www.

Impostare una password per l’utente normale sopra.

Attivare verifica SPF e DKIM verifica/segno funzionalità:

Attivare il servizio Managesieve:

Abilitare POP3, POP3S, IMAP, servizi IMAPS:

Selezionare webmail, RoundCube è consigliato:

Scegliere la lingua predefinita per webmail:

Componenti facoltativi, consigliati: Seleziona tutto:

Password di root di MySQL:

Impostare un indirizzo di posta elettronica alias dell’utente root:

Ora la configurazione guidata è finita; in seguito, basta riavviare la macchina. È possibile utilizzare http://ip/mail per accedere alla webmail RoundCube.

 

Impostare DNS Record SPF

Consultare http://www.openspf.org/ per impostare un record SPF.

Si tratta di un semplice esempio:

example.com. 3600 IN TXT “v = spf1 mx mx:mail.example.com-tutti i”

 

Impostare i Record DNS per DKIM

Dopo l’installazione, riavviare il sistema, quindi utilizzare amavisd consente di impostare il record DNS:

amavisd showkeys

tasto n. 1, dominio example.com, /var/lib/dkim/example.com.pem
DKIM._domainkey.example.com. 3600 TXT (
“v = DKIM1; p = “
“MIGfMA0GCSqGSIb3DQEBAQUAA4GNADCBiQKBgQC054b34nGjxaxAO2ru3MKtNQws”
“nrUhgHRgQzxM85RbrmJDLS + gqnEej2pW5kxyuAFPCC/kM5/s/vOngN7TmU2/TG3N”
“JpEU33WGWat/ikWZfw150fguueZHPbtcinGydfuV2rNGPJ48IuUXf + xGoCohnOdt”
“YQgaS9n7jfO8tFs + CQIDAQAB”)

È necessario aggiungere un record DNS di tipo ‘TXT’. Dopo questo aggiunto in DNS, digitare il seguente comando per verificare:

amavisd testkeys

TESTING: dkim._domainkey.example.com      => pass

Se si vede ‘pass’, funziona.

Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp