Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Guide Open Source

GUIDE E MANUALI DEL MONDO LINUX E CMS

Come Impostare WebDAV Con Lighttpd Su OpenSUSE 11.2

Questa guida spiega come impostare WebDAV con lighttpd su OpenSUSE 11.2 server. WebDAV sta per Web-based Distributed Authoring and Versioning ed è un insieme di estensioni per il protocollo HTTP, che consentono agli utenti di modificare direttamente i file sul server lighttpd, in modo che essi non hanno bisogno di essere scaricati/caricati via FTP. Naturalmente, WebDAV può essere utilizzato anche per caricare e scaricare file.

Io non rilascia alcun tipo di garanzia che questo sarà il lavoro per voi!

 

1 Nota Preliminare

Sto usando OpenSUSE 11.2 server con indirizzo IP 192.168.0.100 qui.

 

2 Installazione Di WebDAV

È possibile installare lighttpd (se non è già installato) (compreso il lighttpd modulo di WebDAV) e il apache2-utils pacchetto (che contiene lo strumento htpasswd2 che ci servirà in seguito per generare un file di password per la condivisione WebDAV) come segue:

yast2 -i lighttpd lighttpd-mod_webdav apache2-utils

Quindi per creare il sistema di avvio di collegamenti per lighttpd (in modo che lighttpd si avvia automaticamente ogni volta che si avvia il sistema) e avviarlo:

chkconfig –add lighttpd
/etc/init.d/lighttpd inizio

A quel punto, abbiamo aperto /etc/lighttpd/moduli.conf e attivare/aggiungere i moduli mod_aliasmod_webdav, e mod_auth nel server.i moduli di stanza (è importante che mod_webdav è elencato prima mod_auth!):

vi /etc/lighttpd/moduli.conf
[...]
server.modules = (
"mod_access",
"mod_alias",
"mod_webdav",
"mod_auth",
# "mod_evasive",
# "mod_redirect",
# "mod_rewrite",
# "mod_setenv",
# "mod_usertrack",
)
[...]

(Si prega di non rimuovere il commento dalla riga include “conf.d/webdav.conf” in /etc/lighttpd/moduli.conf a causa di/etc/lighttpd/conf.d/webdav.conf consentirebbe di WebDAV per tutti vhosts – voglio mostrare come abilitarlo per vhost base in questo tutorial.)

Riavviare lighttpd in seguito:

/etc/init.d/lighttpd riavviare

 

3 Creazione Di Un Virtual Host

Ora voglio creare un lighttpd vhost (www.example.com) nella directory /srv/www/web1/web. Se si dispone già di un vhost per il quale si desidera abilitare il protocollo WebDAV, è necessario regolare questo tutorial per la vostra situazione.

Per prima cosa, creiamo la directory /srv/www/web1/web e rendere il lighttpd utente e di gruppo (lighttpd) il proprietario della directory:

mkdir -p /srv/www/web1/web
chown lighttpd:lighttpd /srv/www/web1/web

Poi abbiamo aperto /etc/lighttpd/lighttpd.conf e aggiungere la seguente vhost alla fine del file:

vi /etc/lighttpd/lighttpd.conf
[...]
$HTTP["ospite"] == "www.example.com" {
 server.document-root = "/srv/www/web1/web"
}

Dopo si riavvia lighttpd:

/etc/init.d/lighttpd riavviare

 

4 Configurare Il Virtual Host Per WebDAV

Ora dobbiamo creare il WebDAV file di password /srv/www/web1/passwd.dav con l’utente di prova (i -c interruttore crea il file se non esiste):

htpasswd2 -c /srv/www/web1/passwd.dav test

Vi verrà chiesto di inserire una password per l’utente di prova.

(Si prega di non utilizzare l’ -c interruttore /srv/www/web1/passwd.dav è già esistente, perché questo ricrea il file da zero, nel senso che si perdono tutti gli utenti che file!)

Ora dobbiamo modificare le autorizzazioni della directory/srv/www/web1/passwd.dav file in modo che solo root e i membri del lighttpd gruppo possono accedere:

chown root:lighttpd /srv/www/web1/passwd.dav
chmod 640 /srv/www/web1/passwd.dav

Ora modifichiamo il nostro vhost in /etc/lighttpd/lighttpd.conf in modo che appaia come segue:

vi /etc/lighttpd/lighttpd.conf
[...]
$HTTP["ospite"] == "www.example.com" {
 server.document-root = "/srv/www/web1/web"
 alias.url = ( "/webdav" => "/srv/www/web1/web )
 $HTTP["url"] =~ "^/webdav($|/)" {
 dir-listing.attivare = "abilita"
 webdav.attivare = "abilita"
 webdav.è-readonly = "disable"
 auth.backend = "htpasswd"
 auth.backend.htpasswd.userfile = "/srv/www/web1/passwd.dav"
 auth.richiedono = ( "" => ( "metodo" => "di base",
 "regno" => "webdav",
 "richiedono" => "valid-user" ) )
}
}

L’ alias.url direttiva fa (insieme con $HTTP[“url”] =~ “^/webdav($|/)”) che quando si chiama /webdav, WebDAV è richiamato, ma è ancora possibile accedere a tutta la document root del vhost. Tutti gli altri Url del vhost sono ancora “normale” HTTP.

Riavviare lighttpd in seguito:

/etc/init.d/lighttpd riavviare

 

5 Test Di WebDAV

Vediamo ora di installare cadavere, una riga di comando del client WebDAV:

yast2 -i cadaveri

Per verificare se WebDAV opere, tipo:

cadavere http://www.example.com/webdav/

Si dovrebbe essere richiesto un nome utente. Tipo di test e poi la password per l’utente di prova. Se tutto va bene, si dovrebbe essere concesso l’accesso, il che significa che WebDAV è ok e lavoro. Tipo uscire per lasciare il WebDAV shell:

server1:~ # cadavere http://www.example.com/webdav/
Autenticazione richiesta per webdav sul server `www.example.com’:
nome utente: prova
Password:
dav:/webdav/> quit
Collegamento a “www.example.com’ chiuso.
server1:~ #

 

6 Configurare Un Client di Windows XP Per la Connessione Alla Condivisione WebDAV

Questo è descritto in https://www.howtoforge.com/setting-up-webdav-with-apache2-on-debian-etch-p2.

Si prega di specificare la porta nell’URL WebDAV, ad es. http://www.example.com:80/webdav. Per qualche strana ragione, in questo modo Windows XP accettare il normale nome utente (ad esempio, test) – in caso contrario, Windows XP si aspetta NTLM nomi utente (che potrebbe avere la forma www.example.com\test).

 

7 Configurazione di Un Client Linux (GNOME) Per Connettersi Alla Condivisione WebDAV

Questo è descritto in https://www.howtoforge.com/setting-up-webdav-with-apache2-on-debian-etch-p3.

 

Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp